Piccolo Cuore Malato

 

Oh mio piccolo cuore malato

Quante cose che devi vedere

quante cose che devi mangiare

che ti fanno e faranno del male

 

oh mio piccolo piccolo cuore

quante sono le dita che hai

dimmi per quanto resisterai

abbracciato sui niente sui mai

 

Oh mio piccolo piccolo cuore

cuore malato stanco di parlare

Sai che non ho più fretta di andare

se vuoi adesso ti puoi riposare

 

Camminavi da scalzo in inverni

dove ci si illudeva di stare

Dentro un umido abbraccio di donna

e credevi poi di soffocare

 

Le ricordi le tristi stagioni

dove tutto sembrava coperto

da una coltre di nebbia purpurea

Da un domani che sembrava certo

 

Ed invece mio piccolo cuore

 quante cose che hai visto passare

Su di te che ti senti un diverso

Su di te che oggi ti vuoi fermare.

 

Credits UN POSTO IDEALE 


Voce e Flauto Traverso  Giovanni Block

Basso Elettrico  Ron Grieco

Contrabbasso  Glauco Zuppiroli Luca Bulgarelli (La neve che accadrà)

Baby Bass Dudu Penz (La moda del ritorno)

Chitarre elettriche e classiche  Giancarlo Bianchetti

Chitarre acustiche  Alessio D’Amaro, Simone Sessa

Pianoforte e Organi  Daniel Bestonzo

Synth e Rhodes  Carlo Castellano

Batteria  Stefano Incanti Juan Carlos Calderin (Paese del vinello) 

Cristiano Micalizzi (Lo sguardo)

Congas, Bongos e Timbales  Juan Carlos Calderin

Shakers, Guiro e Triangolo  Vito Miccolis

Vibrafono, Xilofono e Marimba  Pasquale Benincasa

Fisarmonica  Fabio Clary

Trombone e Tromba  Luca Begonia

Sax Alto Baritono Tenore Paolo Parpaglione

Violino e Viola  Marco Gentile

Violoncello  Aline Privitera

Cori  Roberta e Marina Block

Special Guests:

Piano Rhodes  Sergio Cammariere

(La neve che accadrà)

Tromba e Flicorno  Fabrizio Bosso

(La mentalità, Notte da cantautore, La moda del ritorno)

Arrangiamenti  Giovanni Block, Josh Sanfelici

Consulenza scrittura d’archi  Marco Gentile

Produzione artistica  Josh Sanfelici e Giovanni Block

Registrazioni, mixaggio e mastering Josh Sanfelici @ Orange Room Studio Torino

L’aquilone e Song for Pagnotta registrato @ Il Parco di Ninni Pascale Napoli

Sessione ritmica de Lo sguardo registrata da Eugenio Vatta @ Star Studio – Roma

Tutte le canzoni sono scritte da

Giovanni Block

Il giro armonico di Notte da cantautore è un regalo del suo amico Claudio Coltorti

Prodotto da

Ettore Caretta