Il paese del vinello

 

Ma che bello

sto vivendo nel paese del vinello

dove canta chi ti canta il ritornello

e la stampa dice che Muccino è bello

si si si si si che  bello

stare a galla nel paese del vinello

tra una canzoncina ed uno spogliarello

mi presento sono il nuovo menestrello

siamo condannati a stare

dentro le monovolume

ad aspettare che si faccia verde

mentre i cavi dell’alta  tensione ci ricordano

di quando saltavamo sulle corde

sono andati i tempi delle passeggiate al mare

 con la mamma il babbo e pure le sorelle

oggi va di moda la vacanza americana

meglio detta “tutti fuori dalle palle”

brani artificiali, film superficiali

donne che mi chiedono se voglio le manette

mentre il poliziotto usa la  paletta

per fermare docili e abbondanti giovanette

nella metropolitana non c’è scampo per 

i cellulari  campo per le sigarette

ed io sui binari scrivo canzonette

aspettando che qualcuno poi me le trasmette

ma che bello

sto vivendo nel paese del vinello

dove canta chi ti canta il ritornello

e la stampa dice che Muccino è bello

si si si si si che  bello

stare a galla nel paese del vinello

tra una canzoncina ed uno spogliarello

mi presento sono il nuovo menestrello

qui nel paese del vinello tutti si son trasferiti

 due o tre metri sopra il cielo

prima la prostituzione era reato grave

adesso si può praticare sopra un trono

basta avere tanti amici giusti

giusti intenti giuste facce giusti gusti inusuali

tanto mi da tanto quindi canto quel che conto

sento che cambiero’ gusti sessuali

ma che bello

sto vivendo nel paese del vinello

dove canta chi ti canta il ritornello

e la stampa dice che Muccino è bello

si si si si si che  bello

stare a galla nel paese del vinello

tra una canzoncina ed uno spogliarello

mi presento sono il nuovo menestrello

mentre pranzo c’e’ la moglie di costanzo

che decide chi sarà famoso per l’estate

Il  reality di turno mi delizia a cena

messo in piedi con celebrità avanzate

leggo il mio giornale ma non è più il mio giornale

perchè non c’e’ una colonna intelligente    

solo strani articoli di articoli regalo 

e la malavita canta allegramente

ma che bello

sto vivendo nel paese del vinello

dove canta chi ti canta il ritornello

e la stampa dice che Muccino è bello

si si si si si che  bello

stare a galla nel paese del vinello

tra una canzoncina ed uno spogliarello

mi presento sono il nuovo menestrello

ma che bello

sto vivendo nel paese del vinello

dove canta chi ti canta il ritornello

e la stampa dice che Muccino è bello

si si si si si che  bello

stare a galla nel paese del vinello

tra una canzoncina ed uno spogliarello

mi presento sono il nuovo menestrello

 

Credits UN POSTO IDEALE 


Voce e Flauto Traverso  Giovanni Block

Basso Elettrico  Ron Grieco

Contrabbasso  Glauco Zuppiroli Luca Bulgarelli (La neve che accadrà)

Baby Bass Dudu Penz (La moda del ritorno)

Chitarre elettriche e classiche  Giancarlo Bianchetti

Chitarre acustiche  Alessio D’Amaro, Simone Sessa

Pianoforte e Organi  Daniel Bestonzo

Synth e Rhodes  Carlo Castellano

Batteria  Stefano Incanti Juan Carlos Calderin (Paese del vinello) 

Cristiano Micalizzi (Lo sguardo)

Congas, Bongos e Timbales  Juan Carlos Calderin

Shakers, Guiro e Triangolo  Vito Miccolis

Vibrafono, Xilofono e Marimba  Pasquale Benincasa

Fisarmonica  Fabio Clary

Trombone e Tromba  Luca Begonia

Sax Alto Baritono Tenore Paolo Parpaglione

Violino e Viola  Marco Gentile

Violoncello  Aline Privitera

Cori  Roberta e Marina Block

Special Guests:

Piano Rhodes  Sergio Cammariere

(La neve che accadrà)

Tromba e Flicorno  Fabrizio Bosso

(La mentalità, Notte da cantautore, La moda del ritorno)

Arrangiamenti  Giovanni Block, Josh Sanfelici

Consulenza scrittura d’archi  Marco Gentile

Produzione artistica  Josh Sanfelici e Giovanni Block

Registrazioni, mixaggio e mastering Josh Sanfelici @ Orange Room Studio Torino

L’aquilone e Song for Pagnotta registrato @ Il Parco di Ninni Pascale Napoli

Sessione ritmica de Lo sguardo registrata da Eugenio Vatta @ Star Studio – Roma

Tutte le canzoni sono scritte da

Giovanni Block

Il giro armonico di Notte da cantautore è un regalo del suo amico Claudio Coltorti

Prodotto da

Ettore Caretta